a cura della redazione –

Il Ministero dello sviluppo economico rende operativo lo strumento dei Contratti di Sviluppo. Agevolazioni destinate alle imprese nelle filiere industriali strategiche e innovative.

A partire dall’11 Aprile 2022, ore 12, le imprese potranno presentare domanda di agevolazione per gli investimenti nelle filiere industriali strategiche e innovative, anche nei settori delle rinnovabili e delle batterie, con risorse complessive pari a circa 3,1 miliardi di euro.

Lo strumento dei Contratti di Sviluppo rientra nelle politiche del PNRR, in relazione all’area “Competitività e resilienza delle filiere produttive”. L’obiettivo del programma è di sostenere la competitività del sistema produttivo con la realizzazione di progetti su tutto il territorio nazionale. Ulteriori incentivi riguarderanno i bandi per la costruzione di autobus elettrici a cui sono destinati ulteriori 300 milioni di euro.

contratti di sviluppo

“Con l’avvio di questi bandi il Ministero raggiunge nei tempi uno dei più importanti traguardi fissati nel PNRR, perché sono ridisegnati e potenziati i Contratti di sviluppo molto apprezzati dal mondo delle imprese”, dichiara Giorgetti“Si tratta di uno strumento fondamentale che crea sviluppo e occupazione e noi intendiamo metterlo a disposizione di tutti gli imprenditori che vogliono utilizzarli per un nuovo percorso di crescita. Abbiamo inoltre chiesto alla ministra Carfagna di anticipare e sbloccare ulteriori fondi per i Contratti di sviluppo per renderli immediatamente disponibili e far partire più velocemente altri progetti al Sud”.

Giorgetti prosegue – Dobbiamo pertanto accelerare su tutte quelle misure pensate per rafforzare la competitività delle imprese, in particolare quelle del settore manifatturiero, assicurando così all’Italia e alla Ue l’autonomia strategica”.

Come presentare la domanda di agevolazione

E’ Invitalia che gestirà lo strumento. Le domande di finanziamento dovranno avere ad oggetto la realizzazione di programmi di sviluppo concernenti le filiere produttive strategiche individuate dal decreto 13 gennaio 2022. A partire dalla stessa data, i soggetti che abbiano già presentato a Invitalia domande di Contratto di sviluppo che risultino, alla medesima data, sospese per carenza di risorse finanziarie potranno presentare istanza di finanziamento di tali domande sulle risorse assegnate all’Investimento 5.2 PNRR “Competitività e resilienza delle filiere produttive”. A condizione che abbiano ad oggetto programmi di sviluppo coerenti con le finalità ed i requisiti di cui al decreto 13 gennaio 2022 e che non risultino avviati antecedentemente alla data del 1° febbraio 2020.

Le modalità di presentazione della domanda, così come i modelli di domanda e i tempi, saranno rese note nella sezione dedicata alla misura, sul sito di Invitalia.